I am gay

Malati, razza inferiore, diversi, da identificare, isolare ed estinguere. Così il dizionario dovrebbe descrivere quelli come l’attentatore di Orlando. “Terroristi” non rende l’idea, anzi sembra quasi dare a tali personaggi un’aurea particolare.

A questi cani, si aggiunge l’ordata di dispiaceri sui social di sciacalli e pseudo difensori dei diritti umani, che fino a ieri un gay nemmeno lo volevano incrociare per strada.
Per favore, tacete.
State zitti, non mettete la scrittina “Orlando” perché magari scrivere “I am gay” poi al bar ci pigliano per il culo, né date spago a chi invece, uscendo dalla fogna in cui vive, predica in favore dell’attentatore.
Rispettate le vittime, chi gli sta intorno, chi vi sta intorno e voi stessi, pezzenti ignoranti.
La cultura non ferma le pallottole, le previene.

 

Annunci

Le tue opinioni per noi sono importanti! Commenta qua sotto:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...