Hai voluto la bicicletta?

Impazza per le italiche strade il 99° Giro d’Italia, l’evento principe per ogni appassionato del nobile sport del ciclismo, l’evento che avvicina gli uomini agli dei, dove ogni partecipante mette sputo, sudore e sangue per entrare nella gloria e soprattutto, per arrivare come favoriti alla gara che conta davvero qualcosa: il Tour de France.
E come ogni anno si sentono le solite voci maligne che sono tutti drogati, che il mondo del ciclismo è marcio e che ormai vince quello bravo a prendere roba che le analisi ancora non riescono a scoprire. Tutte voci prontamente confermate qualche mese dopo la fine della nazional-competizione!

FRANCE - JULY 22: Radsport: Tour de France 2004, 17. Etappe / Bourg d'Oisans - Le Grand-Bornand; Tagessieger Lance ARMSTRONG / US Postal / USA 22.07.04. (Photo by Friedemann Vogel/Bongarts/Getty Images)

Ops..!

Ma come fermare questo fenomeno che ogni volta mette in ombra le belle imprese dei nostri amati eroi pedalanti, i gladiatori delle salite, i falchi della discesa, l’apice delle emozioni?

Non me ne frega del ciclismo, sia chiaro. Possono chiudere adesso il giro e la cosa non mi tangerebbe. Tuttavia è bello dare una mano disinteressata quindi ecco due soluzioni semplici semplici, ma completamente opposte, per chiudere la bocca a quelle malelingue maledette:

1- ELIMINARE TUTTE LE SOSTANZE:
Con tutte intendo TUTTE!
Hai preso un Polase a metà dello Zoncolan? Squalificato!
Hai bevuto un goccino di Gatorade? Squalificato a vita!
Hai mangiato una barretta ai cereali tra una tappa e l’altra perché stavi per svenire? Stracciato il tesserino da ciclista.

Le nonne risaneranno il ciclismo

Le nonne risaneranno il ciclismo

Si beve acqua del rubinetto per recuperare i liquidi e per le energie solo pasta in forno. Ovviamente pasta in forno fatta in casa che si sa, le industrie ci mettono la peggio merda nella roba che fanno. Creiamo un esercito di nonne da ogni regione che, durante il Giro, preparano teglie enormi di pasta in forno per gli atleti.
La pasta in forno è un pasto completo, ricco di tutti i nutrienti, quindi non c’è bisogno di altro.
Tutt’al più una mela per quei salutisti che vogliono assumere anche qualche fibra e/o vitamina.

2-LEGALIZZARE TUTTO:
Non esiste più il doping. Ogni ciclista può prendere quello che vuole.
Qualcuno sente il bisogno farsi una trasfusione di sangue di giaguaro a metà tappa? Perché no?
Vuoi sostituire il pane con le pasticche? Fallo!
Il tuo braccio è groviera a forza di punture? Continua così, campione!

Il kit del ciclista vincente

Il kit del ciclista vincente

Solo quando saranno tutti gonfi delle stesse droghe, allora potremmo decretare veramente chi è il più forte!
Solo quando non ci saranno più controlli anti-doping e lasceremo piena libertà ai corridori su cosa inserire nelle proprie vene allora sapremo chi è l’eroe più grande, l’esempio di virtù e coraggio a cui volgere le nostre ammirazioni e le nostre invidie.
Alla fine se Steve Rogers a forza di doping è diventato Capitan America, chi dice che non possa diventarlo anche, che ne so, Nibali o boh, conosco solo Nibali come ciclista…
Eventuali casi di overdose durante la tappa sono il tollerabile prezzo da pagare per godere di uno spettacolo incredibile ed affascinante.
Si risparmierebbero anche soldi e tempi persi nell’effettuare i controlli anti-doping che, con questa crisi, lascia fare, mettere da parte due lire in più, fa sempre comodo.

Detto questo, rimango a disposizione della Federazione Ciclistica Italiana e dell’Union Cycliste Internationale per eventuali chiarimenti circa le mie due proposte, entrambe facilmente attualizzabili e di sicuro ridotto impatto economico.

Annunci

Le tue opinioni per noi sono importanti! Commenta qua sotto:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...